Su di me

Capasso Marina medico RomaSono un medico ricercatore, da sempre studiosa di quell’unità psiche-soma che non si insegna in nessun corso di laurea, ma che si può sperimentare attraverso percorsi che, di fatto, sono assolutamente personali…perché ad una formazione “tecnica” deve necessariamente corrispondere anche un preciso cammino interiore, fatto di esplorazione a 360° gradi, anche per ripulirsi di tutti quei pregiudizi che molto poco si adattano a chi vuole occuparsi di scienza.

Ecco perché alla conclusione del percorso di studi in medicina (inizialmente scelto con l’idea di fare da grande la “strizzacervelli”), mi confronto con la profonda insoddisfazione che nasce dal vedere l’uomo ridotto a una mera macchina da aggiustare, secondo schemi e protocolli pre-impostati, nella quale ogni pezzo è affidato alle competenze di un meccanico specialista. E addio visione d’insieme. E non parliamo neanche di unità psiche-soma.

Fresca di laurea, abbandono qualsiasi velleità di specializzazione e mi confronto con il mondo aziendale, prima come responsabile scientifico e poi marketing di uno dei prodotti leader nel mercato dei biologici, gli innovativi farmaci impiegati nel trattamento di diverse patologie auto-immuni (artrite reumatoide, psoriasi, malattia di Crohn…). Metabolizzata l’esperienza della vita in azienda, che mi permette di fare contatto con la mia passione per il mondo della comunicazione scientifica, comincio la libera professione come consulente. Mi interfaccio con il variegato mondo dell’editoria medica nazionale e internazionale, producendo contenuti scientifici di diverse tipologie, e con la formazione continua in medicina, svolgendo attività di coordinamento scientifico.

In questi 10 anni complessivi di “sperimentazione” nel mondo dell’Healthcare o Life Sciences che dir si voglia, seguo in parallelo un continuo percorso di formazione interdisciplinare (fisica, filosofia, tradizioni orientali, medicina cinese classica, ogni tipo di medicina alternativa), costellato dal conseguimento di un Master presso la Luiss Business School e di un Diploma di Specializzazione in Psicologia presso l’Università Statale di San Pietroburgo.

Da un punto di vista più prettamente scientifico, sono da sempre un’appassionata di neuroscienze dei processi di percezione e apprendimento. Quando le neuroscienze incontrano il mondo dell’inconscio, cominciano gli studi nel campo degli automatismi e della memoria associativa sui 3 livelli: cognitivo, emotivo e corporeo. Ed è su questo filone che si inserisce lo studio della connessione tra i due cervelli, quello nella testa e quello nella pancia. Il focus si sposta quindi proprio nelle viscere e su tutte quelle leve (microbioma, alimentazione in primis) che permettono di agire sulla rete di neuroni che avvolge l’apparato digerente e che tiene le fila del nostro sistema immunitario. Il ruolo del cervello intestinale nei processi di percezione e conoscenza propri dell’essere umano è oggi un paradigma tutto da sviluppare, ed è una delle sfide che trovo più affascinanti. Ma non è seconda a quella che ha a che vedere con la fisica degli organismi viventi e, più in generale, con il mondo della bio-comunicazione, un framework che sta permettendo oggi di inquadrare secondo coordinate scientifiche la sapienza delle antiche tradizioni, soprattutto di quelle orientali. Su queste tematiche scrivo testi, sia a carattere divulgativo che specialistico, tengo corsi e interventi a congressi nazionali e internazionali.

Attualmente sono dottoranda in Oncologia Digestiva e mi occupo di medicina naturale integrata, ovvero di benessere naturale e cura integrale della persona (vedi le descrizioni presenti nelle altre sezioni del sito!), a complemento di quanto viene proposto dai percorsi convenzionali di quella medicina che ho esplorato da tante prospettive.

Qualcuno dice che sono vulcanica, e proprio per disciplinare la potenza del magma pratico arti marziali interne, e appena possibile mi tuffo nella natura, l’unico vero “guaritore” che sempre sa quali corde toccare per restituire ad ognuno di noi la giusta intonazione, in accordo con le frequenze universali dell’Armonia.